LA PROVA DI UN’OPERA SERIA

Venerdì, 23 Novembre 2018 ore 21.00

La prova di un’opera seria

Evento organizzato dall’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con il Comune di Sacile per la Stagione Teatrale 18-19

musica di Francesco Gnecco
farsa in un atto dell’abate Giulio Artusi, revisione di Giacomo Zani
maestro concertatore e direttore: Takayuki Yamasaki
regia di Carlo Antonio De Lucia
scene di Angelo Canu
maestro del coro: Francesca Tosi
orchestra, coro e tecnici della fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste

produzione: Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste

La farsa in un atto dell’Abate Giulio Artusi  La prova di un’opera seria, musicata dal compositore Francesco Gnecco, è andata in scena per la prima volta al Teatro alla Scala di Milano il 16 agosto del 1805, riscuotendo un enorme e duraturo successo tanto da essere tutt’oggi molto presente non solo nelle sale italiane, ma anche all’estero.

Questa produzione viene proposta in un nuovo allestimento della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste con le scene di Angelo Canu e la firma alla regia di Carlo Antonio De Lucia che in questa occasione “(…) gioca sulle qualità personali dei singoli interpreti per ricavare un quadretto succulento sul piano del divertimento e musicalmente ineccepibile (…)” (Rossana Poletti, Pensato per le scuole ma anche per gli adulti questo lavoro di Gnecco diverte, in “Gli Amici della Musica”, 05/12/2017).

La prova di un’opera seria è una parodia della vita del teatro e svela al pubblico, in modo divertente ed ironico, quello che solitamente non si vede, ossia ciò che può accadere dietro le quinte di un teatro: non solo si possono verificare problemi tecnico-logistici, ma ci possono essere anche delle difficoltà che riguardano la gestione dei cantanti, come i tic e le manie di questi durante le prove di uno spettacolo. La prova de Gli Orazi e i Curiazi di un certo Campanone (Dario Giorgelè) su libretto di don Grilletto Pasticci (Andrea Binetti) viene continuamente interrotta da liti e innamoramenti tra cantanti, deliri del poeta, nonché vice impresario, contrattempi e lettere portate dal maggiordomo.

Biglietti
Prevendita dal 17 ottobre  in orario cinema (mercoledì e sabato dalle 20 alle 22, la domenica dalle 14 alle 22), mercoledì 21 e giovedì 22 novembre dalle 17 alle 20; la sera dello spettacolo dalle ore 20.

Campagna abbonamenti dal 24 settembre al 14 ottobre 2018

Per info: info@teatrozancanaro.it

2018-11-13T08:22:57+00:00